Sophie Nezri-­Dufour

Fu attraverso il suo tremendo internamento ad Auschwitz che Primo Levi, ebreo occidentale assimilato, prese veramente contatto con la propria identità ebraica. Al suo ritorno dal lager, egli trasformò l’offesa della discriminazione antisemita in esperienza da sublimare e da cui trarre i dovuti insegnamenti. A partire dalla sua terribile esperienza, Levi scelse di adottare una nuova cultura, una nuova coscienza, e la sua nuova identità ebraica, all’inizio imposta, divenne una vera fonte di ricchezza culturale, filosofica ed esistenziale. S’interessò allora alla letteratura ebraica insieme liturgica e profana nella quale cercò e trovò più volte risposte alle sue angosce più profonde.


Keywords: Ebraismo, cultura askenazita, Bibbia, Talmud, Giobbe