Inge Lanslots and Annelies Van den Bogaert

Il presente contributo studierà il carattere composito o ibrido del romanzo di Pressburger, annunciato come la sintesi della sua scrittura. Si indagherà in quale misura il testo romanzesco integri la componente autobiografica con le digressioni storico‐artistiche incorporando pure una forte tendenza enciclopedica (ne testimoniano le note) e una continua riscrittura letteraria nel senso che il romanzo si rifà apertamente alle fonti (Dante) o ai generi (i sottotitoli dei capitoli richiamano il romanzo ottocentesco). Il regno oscuro non solo narra la ricerca identitaria dell’io ma anche della sua scrittura avvicinandosi forse alla narrativa saggistica.


Keywords: Giorgio Pressburger; (auto)biografia; riscrittura e metatesto; Dante; trauma; Olocausto