Gabriella de Angelis

L’opera di Clara Sereni appare contraddistinta dalla valorizzazione di tutte le differenze, a partire da quelle di genere, passando attraverso quelle etniche, religiose, politiche, fino a quelle che nascono dalla malattia, fisica o mentale. Sia nella narrativa che negli scritti di vario genere, raccolti in parte nel Taccuino di un’ultimista, la Sereni, a partire dalla sua molteplice identità, di donna, ebrea, comunista e madre ‘handicappata’, propone una sfida: non cancellare la diversità, ma accettarla e farne una risorsa utile ai fini della conoscenza degli altri e di se stessi, lo strumento per impedire che ogni singola persona e il mondo tutto vadano in pezzi.


Keywords: Clara Sereni, diversità, donna, ebrea, comunista